image-07-07-15-02-48-2

#Anatoly
26 maggio 2017 ,ore 18.01, Carcere di Atlanta (Georgia) , sezione speciale di massima sicurezza “Nemici di Israele” (anche se ufficialmente una delle tante sezioni per quelli che gli occidentali facevano passare per terroristi)
Anatoly ,usando una delle sue moltlepici identita’ di fantasia, vi era detenuto da sedici giorni , dopo essersi fatto arrestare per essere entrato in una Sinagoga dei soggorghi di Atlanta,urlando “Gloria al Fuhrer !” e lanciando piccoli pupazzi di pezza che riproducevano Hitler in miniatura.
Al momento dell’inizio della detenzione era stato registrato con il Nome di Hans Bracconeri , un immigrato di origine Italo Germanica , i capelli biondissimi e tagliati a spazzola ed un certo numero di svastiche tatuate sul suo Corpo forte e muscoloso ,avevano dato conferma ai servi in divisa del carcere che avevano a che fare con un fanatico antisemita di estrema destra ed ad Anatoly faceva gioco farlo credere.
Passo i primi tre giorni di prigionia nella sezione comune, ma dopo una rissa ,per futili motivi razziali,con tre esponenti della bassa manovalanza di una delle famiglie malavitose giudee piu’ sanguinarie di Chicago in cui aveva procurato lottando da solo lesioni curabili in 120 giorni ai tre sventurati circoncisi , fu trasferito nella sezione speciale di massima sicurezza ,esattamente come era sua intenzione quando aveva pianificato l’operazione due mesi prima.
Da quella brutta copia di uno dei peggiori gironi infernali danteschi ,doveva tirare fuori uno dei suoi migliori amici Vladimir che era prigioniero da quasi due anni, non si vedevano da piu’ di dieci anni quando erano ancora colleghi nei servizi segreti della madre Russia , ma erano cresciuti assieme in Siberia nei dintorni di Novosibirsk , in un Piccolo villaggio in mezzo alla steppa , gia’ poco piu’ che adolescenti avevano sempre condiviso la passione smisurata per le donne sensuali e l’odio per i criminali sionisti.
Motivo per cui Vladimir aveva disertato dai servizi russi per diventare un sanguinario Lupo solitario il cui unico scopo della su vita ,oltre al sesso estremo, era abbattere lo stato di Israele .
Anatoly doveva tirarlo fuori dal carcere ,aveva bisogno di lui per costituire quel manipolo di uomini che in pochi anni avrebbero reso il pianeta di nuovo un paradiso terrestre per ogni essere vivente,molto migliore di quello descritto negli stupidi libri scritti da uomini molto astuti.
Mentre giaceva in isolamento in una cella minuscola e senza finestre, legato nudo ed umido della sua orina , stava aspettando che passassero le 48 ore che lo dividevano dal momento in cui uno dei giudei in divisa , avrebbe aperto la porta blindata per trasferirlo nella cella definitiva , quello sarebbe stato il momento per agire ¡!! #Anatoly